:: N ::
"Ciò che è in basso eguaglia ciò che è in alto e ciò che è in alto eguaglia ciò che
 è in basso, per compiere il miracolo di una sola cosa”.(Ermete Trismegisto)


“N” è il tentativo, attraverso un processo di danza, di unione degli opposti presenti in natura: Luce e buio, maschio e femmina, vita e morte.
La performance è la celebrazione della fragilità del nostro corpo nei confronti dell'esistenza. "N" celebra una nascita, e cosa c'è di più sacro di una vita che sta nascendo.
"N" è un assolo che rappresenta l'essenza dei miei sforzi nel campo della ricerca sulla danza Butoh. Un lavoro che si prende la responsabilità di contestualizzare la filosofia del Butoh in ambito italiano e che rappresenta un riappropriarsi di un “corpo di carne” attraverso la riscoperta delle radici della nostra cultura. In particolare “N” è un lavoro ispirato alla mia terra d’origine, la Sardegna, e a quelle canne palustri dello stagno di Cabras, dove spesso andavo a giocare da bambino, nelle ore assolate della torrida estate oristanese.
Una performance da considerare come un viaggio di ritorno, un ripercorrere la corrente che porta alla sorgente. Un processo a ritroso alla riscoperta delle tracce lasciate da chi fu prima di me; da chi fece la strada che adesso percorro, prima di dissolversi nuovamente in quella infinità che gli diede vita. Ciò sottende una ricerca di danza che non si limita a guardare lontano e rimanere superficialmente affascinata da esotismi d’altre culture; ma desidera fortemente indagare le proprie origini per riscoprire un corpo autentico legato al proprio contesto culturale e sociale, e che soprattutto aspira contemporaneamente a ridargli vita e rinnovato respiro, attraverso un’arte che vive e agisce nel presente.


torna a Spettacoli
@

 

e-m@il

 

e-m@il

 

youtube

 
vai alla photogallery
PHOTOgallery

vai alla videogallery
VIDEOgallery